Cartelli installati sul plastico

Cartelli di stazione

In epoca VI la cartellonistica e la segnaletica nelle stazioni è quanto mai abbondante. Non possiamo esimerci neanche noi e mettiamo in regola S.Anna.

Prendiamo spunto dal cartello qui a lato, una delle ultime versioni presenti sulla rete ferroviaria italiana. Il cartello è di facile realizzazione. Dalla foto ricaviamo le misure, grazie alla rotaia crediamo di essere stati abbastanza precisi.

Cartello di riferimento
Cartello di riferimento

Il cartello in scala H0 misura 26 x 5,2 mm, i pali di sostegno, a sezione quadra 1,5 mm per una altezza di 20 mm. Prepariamo quindi un file grafico in cui inseriamo il nome della stazione e il cartello di divieto. Le immagini sono studiate per essere ritagliate e applicate ripiegandole sul supporto. Questo è un semplice tassello di plasticard da 1,5 mm di pari dimensioni.
Stampiamo il file su carta adesiva e tagliamo il profilato di ottone con una lunghezza di 25 mm, in modo da poter inserire nelle asole.

Stampa delle grafiche
Stampa delle grafiche

Verniciamo i pali in color cromo, quindi passiamo ad applicare le immagini ritagliate con il cutter partendo dal bordo inferiore fino ad avvolgere tutto il tassello.

Applicazione grafiche sui corpi
Applicazione grafiche sui corpi

Fissiamo la carta adesiva nella parte inferiore del cartello con cianoacrilato distribuito con un spillo, quindi incolliamo i pali.

Assemblaggio
Assemblaggio

Questo è il cartello finito, più che soddisfacente considerando l’economia del tutto.
I file necessari per la stampa, cioè un file “photoshop” o un file jpg e il font per scrivere il nome della stazione sono disponibili qui .

Cartelli completati
Cartelli completati
Cartelli installati sul plastico
Cartelli installati sul plastico

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *